La scoperta che avere e essere sono due facce della stessa realtà e che l’essere è la vera fonte dell’avere è un sovvertimento degli schemi mentali dell’umanità, una vera e propria rivoluzione della sua psicologia.

Siamo abituati a dire e credere “se avessi denaro e mezzi sufficienti, potrei fare questo o quello e quindi sarei ricco, o felice, o rispettato, etc.

La comprensione che ‘Avere è Essere’ è in grado di rivoluzionare gli schemi concettuali. Non è l’avere che permette di fare e di essere, ma è l’essere che permette di fare e poi di avere.

 

L’Avere e l’Essere sono un’unica realtà ma su piani diversi dell’esistenza. L’avere è l’essere oggettivizzato, è l’invisibile manifestato nel tempo e nello spazio. L’essere è l’avere sublimato, il visibile trasceso e portato ad un ordine superiore.

Ogni passaggio nella storia dell’umanità è sempre stato preceduto da un’idea rivoluzionaria, da un capovolgimento di ideologie che attraverso un individuo si è poi trasmesso alla società. Oggi ci troviamo di fronte ad una nuova rivoluzione psicologica fondata sull’idea che essere e avere sono due facce della stessa realtà, essere ed avere sono solo illusoriamente separati dal fattore tempo che agisce come un ammortizzatore o una cortina fumogena che provvidenzialmente impedisce agli uomini di accedere a una visione così potente, a una comprensione così straordinaria, senza che vi siano preparati.